Sovversivi per il Salvatore

[15 Marzo]
Meditazione di John Piper

Quando Gesù incontrò gli indemoniati nel paese dei Gadareni, i demoni “si misero a gridare: «Che c’è fra noi e te, [Gesù], Figlio di Dio? Sei venuto qua prima del tempo a tormentarci?»” (Matteo 8:29)


Qui i demoni hanno imparato un mistero. Hanno capito che erano spacciati. Sapevano che il Figlio di Dio sarebbe stato il vincitore. Ma non lo sapevano fino a quando Cristo venne da loro prima del tempo della sconfitta finale.

Cristo non aspetterà che lo scoppio di una bomba atomica finisca la guerra. Ha già incominciato a dirigere una forza sovversiva verso il territorio di Satana. Ha addestrato una “squadra speciale” per compiere rischiose operazioni di salvataggio. Cristo ha già pianificato moltissime vittorie tattiche prima della strategica vittoria finale.

Perciò, l’atteggiamento mentale di guerra che ne risulta è questo: dato che la sconfitta di Satana è sicura, e Lui lo sa, noi possiamo sempre ricordarglielo quando Satana ci tenta a seguirlo. Possiamo farci una risata e dire: “sei pazzo?? Chi mai vorrebbe essere dalla parte del perdente?!”

La chiesa è il nemico dichiarato del “dio di questo mondo” (2 Corinzi 4:4). Noi siamo la marina e l’esercito. Siamo coloro che insorgono contro il regno ribelle del “principe della potenza dell’aria” (Efesini 2:2).

Certo, è pericoloso. Ma è anche elettrizzante. Molti perdono la vita. Le “truppe” di Satana sono sempre alla ricerca di ogni attività sovversiva. Cristo ha garantito la resurrezione per tutti coloro che lottano fino alla morte. Ma non ha garantito benessere, accettazione dal mondo o prosperità in territorio nemico.

In battaglia molti hanno dato la loro vita volentieri per il Comandante. Non riesco a pensare a nessun altro modo migliore di vivere – o di morire!