Quando il Vasaio è dalla nostra parte

[12 Marzo]
Meditazione di John Piper

“Guai a colui che contesta il suo Creatore, egli, rottame fra i rottami di vasi di terra! L’argilla dirà forse a colui che la forma: ‘Che fai?’ L’opera tua potrà forse dire: ‘Egli non ha mani’?” (Isaia 45:9)


La maestà di Dio viene magnificata quando noi lo vediamo attraverso le lenti della creazione ex nihilo (dal nulla). Egli comanda il nulla, e il nulla obbedisce e diventa qualcosa.

Dal nulla Egli crea l’argilla, e dall’argilla crea noi – i vasi del Signore (Isaia 45:9) – la sua proprietà, destinati per la sua gloria, in totale dipendenza da Lui.

“Riconoscete che il Signore è Dio; è lui che ci ha fatti, e noi siamo suoi; siamo suo popolo e gregge di cui egli ha cura” (Salmo 100:3). È una cosa molto umile essere una pecora e un vaso che appartengono a qualcun altro.

Questa mattina, mentre leggevo Isaia, ho trovato un’altra affermazione sulla maestà di Dio. Quando la unisco al potere assoluto di Dio e ai suoi diritti in quanto Creatore, un’esplosione si scatena nel mio cuore. Boom!

Isaia 33:21 dice: “Là il Signore sta per noi in tutta la sua maestà!”

Per noi! Per noi! Il Creatore è “per noi” e non contro di noi. Con tutto il potere nell’universo e con il suo assoluto diritto di fare come più gli piace con ciò che Egli stesso ha creato – Egli è per noi!

“Mai si era udito, mai orecchio aveva sentito dire, mai occhio aveva visto che un altro dio, all’infuori di te, agisse in favore di chi spera in lui” (Isaia 64:4). “Se Dio è per noi chi sarà contro di noi?” (Romani 8:31).

Riesci a pensare a qualcosa (intendo qualsiasi cosa) che sia più confortante, rassicurante e piacevole del fatto che il Signore, in tutta la sua maestà, sia per te?