Grazia per il Nuovo Anno

[1 Gennaio]
Meditazione di John Piper

Ma per la grazia di Dio io sono quello che sono; e la grazia sua verso di me non è stata vana; anzi, ho faticato più di tutti loro; non io però, ma la grazia di Dio che è con me. (1 Corinzi 15:10)


La grazia non è solo la disposizione di Dio a farci del bene quando non lo meritiamo. È piuttosto un reale potere che viene da Dio e agisce in modo che accadano buone cose in noi e per noi.

La grazia di Dio ha agito in Paolo per far si che egli lavorasse sodo. Quindi quando Paolo dice: “adoperatevi al compimento della vostra salvezza”, aggiunge pure: “infatti è Dio che produce in voi il volere e l’agire, secondo il suo disegno benevolo” (Filippesi 2:12-13). La grazia è potenza che proviene da Dio per compiere buone opere in noi e per noi.

Questa grazia è sia passato che presente. Scorre di continuo sull’infinitesimale cascata del presente e proviene dall’inesauribile fiume di grazia che giunge a noi dal futuro, per arrivare ad un bacino che si riempie di continuo di grazia del passato.

Nei prossimi cinque minuti, riceverai quella grazia che ti sostiene e scorre dal futuro e accumulerai altri cinque minuti di grazia nel bacino del passato. La giusta risposta alla grazia che hai sperimentato nel passato è la gratitudine, e la corretta risposta alla grazia che ti è stata promessa per il futuro è la fede. Siamo grati per la grazia che abbiamo ricevuto lo scorso anno e siamo certi della grazia che riceveremo in questo nuovo anno.