Cinque motivi per non avere paura

[22 Aprile]
Meditazione di John Piper

“Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto di darvi il regno.” (Luca 12:32)

La ragione per cui Dio non vuole che ci preoccupiamo del denaro e delle cose materiali in genere, è perché ciò gli rende gloria in almeno cinque modi.

Prima di tutto, non temere dimostra che Dio è il nostro tesoro come buon Pastore. “Non temere, piccolo gregge.” Noi siamo il suo gregge e Lui è il nostro Pastore. E se Lui è il nostro Pastore, allora possiamo applicare alle nostre vite il Salmo 23:1: “Il Signore è il mio pastore: nulla mi manca” – cioè, non mi manca niente di cui ho veramente bisogno.

Secondo, non temere dimostra che Dio è il nostro tesoro come Padre: “Perché al Padre vostro è piaciuto di darvi il regno.” Non siamo soltanto il suo piccolo gregge, ma siamo anche suoi figli, e Lui è nostro Padre. Egli ha cura di noi, conosce i nostri bisogni e opererà per noi, in modo che tu possa avere ciò di cui necessiti.

Terzo, non temere dimostra che Dio è il nostro tesoro come Re. Ci può dare il “regno” perché è il Re. Questo aggiunge un elemento enorme di potenza a Colui che provvede per i nostri bisogni. La parola “Pastore” ha un connotato di protezione e provvisione; la parola “Padre” di amore, tenerezza, autorità, provvisione, e guida; la parola “Re” connota invece potere, sovranità e ricchezza.

Quarto, non temere dimostra quanto Dio sia generoso. Nota, Egli dà il regno. Non lo vende, non lo dà in affitto o in leasing. Dio è infinitamente ricco e non ha bisogno dei nostri pagamenti. Dio è generoso e liberale con i suoi doni. E questo è ciò che esaltiamo di Lui quando non temiamo, ma ci affidiamo a Lui per i nostri bisogni.

Ed infine, non temere dimostra che Dio è il nostro tesoro come “felice”. A lui “è piaciuto” di donarci il regno. Lo vuole fare. Lo rende felice farlo. Non tutti noi abbiamo avuto o abbiamo dei padri così, che sono felici di dare piuttosto che di ricevere. Ma ciò non ha importanza, perché tu puoi avere un Padre così, e anche un Pastore e un Re.

Perciò, il punto di questo versetto è che dovremmo fare di Dio il nostro tesoro in quanto Pastore, Padre e Re, il quale è generoso ed è felice di donarci il suo regno – di donarci il paradiso, la vita e la gioia eterna come pure tutto il resto di cui abbiamo bisogno qui sulla terra.

Se amiamo Dio in questo modo, non avremo timori e Dio sarà glorificato.