Abbi pietà di me, o Dio

[10 Agosto]
Meditazione di John Piper

Abbi pietà di me, o Dio, per la tua bontà; nella tua grande misericordia cancella i miei misfatti. (Salmo 51:1)


Tre frasi importanti: “Abbi pietà”, “per la tua bontà”, e “nella tua grande misericordia”.

Questo è ciò che Dio ha promesso in Esodo 34:6-7.

Il Signore! il Signore! il Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira, ricco in bontà e fedeltà, che conserva la sua bontà fino alla millesima generazione, che perdona l’iniquità, la trasgressione e il peccato, ma non terrà il colpevole per innocente.

Davide sapeva che c’erano dei colpevoli che non sarebbero stati perdonati. E che c’erano dei colpevoli che, grazie ad una misteriosa opera di redenzione, non sarebbero stati considerati colpevoli, ma sarebbero stati perdonati. Il Salmo 51 è il suo modo di fare affidamento sul mistero della misericordia.

Sappiamo più di quando sapesse Davide riguardo a questo mistero della redenzione. Conosciamo Cristo. Ma ci affidiamo alla misericordia nello stesso modo in cui Davide fece.

La prima cosa che fa è rivolgersi disperatamente alla misericordia e all’amore di Dio. Oggi, questo significa rivolgersi disperatamente a Cristo.